< < aronne | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

  
 

    
ARONNE: "quando ti pisci addosso rimani al caldo solo per un po' "
  



15 ottobre 2010

Le pagelle di Anno Zero

Santoro: voto 6,5. Non prende il 7 perchè eccede un po' nell'essere tribuno della plebe e un po' nell' uno pro multis ciceroniano.

Riotta: voto 4. Ad un certo punto sembra Al Bano. Mieloso, servile, difende il suo padrone (Confindustria), come se ne avesse bisogno, a spada tratta.
Chiude, con un terzismo alla Vespa, in difesa del posto di lavoro, dell''identità sociale del paese. E' pericoloso e fa rimpiangere Belpietro.

Bersani: voto 5. Formigoni esce dal confronto un gigante. Non gestisce bene il confronto sull'OMSA e finisce col passare per il reazionario che vuole obbligare l'imprenditore a rimanere in Italia lasciando la possibilità a Formigoni di sostenere la strategia più realista e liberale: quella di imporre delle exit strategy a chi legittimamente intende delocalizzare che permettano il ricollocamento del personale.
Quando sulle politiche di stimolo Formigoni sostiene che dare del denaro pubblico per finanziare la ripresa non è la ricetta giusta, Bersani perde l'attimo per contrattaccare. Sarebbe bastato ricordare a Formigoni l'EXPO...

Epifani: voto 4. Omelette


1 giugno 2010

Insomma

Per Bersani, reduce da un viaggio in estremo Oriente, la Cina guarda e sa come guardare al futuro. Eppure abbiamo qualche dubbio. Che Cina ha visto Bersani? Si è dimenticato la lotta operaia. I temi della salute nei luoghi di lavoro. Della job rotation, dell'individuo, della persona. Insomma dei temi che una volta erano da progressisti?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bersani Cina suicidi cnn arcore sinistra

permalink | inviato da aronne il 1/6/2010 alle 17:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 marzo 2010

La fisica classica dei sistemi elettorali



La conservazione della massa


Dato un sistema elettorale, se n_i è il numero di schede elettorali in ingresso al sistema elettorale, n_u, il numero di schede scrutinate sarà sempre diverso da n_i, con n_u maggiore di n_i.

La conservazione della quantità di voto: "Ogni paese ha il sistema di governo e di partiti che si merita"

La risultante delle forze interne di governo + la risultante delle forze esterne di opposizione sono in equilibrio con l'inerzia sociale del sistema paese.


Terza legge della dinamica : Il sistema politico Italiano fa eccezione.

Ad una qualsiasi azione della maggioranza non corrisponde una reazione dell'opposizione uguale e contraria.


18 settembre 2009

Era meglio

Era meglio se Concita De Gregorio andava a Ballarò sotto le stelle....


7 luglio 2009

PD

Non è che adesso, dopo le spallate, vista la stagione si tornerà alle strambate?


12 gennaio 2009

Tanta analisi e poca algebra

Sul numero di Novembre 2008 de “L'Ingegnere Italiano”, da poco nella buca delle lettere, trovate l'editoriale, in prima pagina, a firma Romeo La Pietra, il Direttore della rivista.
Il numero, distribuito nella prima settimana del nuovo anno, gode l'amara attualità della crisi che è scoppiata nel Novembre scorso. Amara attualità che la rivista condivide con l'editoriale.
L'editoriale non è un'analisi di Romeo La Pietra sulla crisi finanziaria che sta attraversando con i suoi effetti tutto l'Occidente, coinvolgendo sia i mercati della finanza, sia quelli meno patinati di frutta e verdura. Parte, piuttosto, da un ragionamento attorno all'annoso dibattito attorno alla forma che si intende dare al sistema di sviluppo, il capitalismo, che ci ha resi ricchi, liberi e con una salute più forte. Se è giusto reggimentarne il corso e la spinta propulsiva con leggi e regole condivise. O, se non è invece il caso di lasciare che il capitalismo e la sua inesauribile e naturale forza socio-economica, che vive e si riproduce nel mercato, facciano il loro corso. Scavino da soli gli argini, senza freni o artificiosi impedimenti.
Il dilemma è annoso e la letteratura è in grado di fornire riscontri ben più autorevoli, ci pare di poter dire senza offendere La Pietra, del Direttore della rivista dell'Ordine degli Ingegneri. Ed infatti, l'obiettivo di La Pietra non è certo quello di ripercorrere strade già battute con poco brillanti variazioni sul tema con istanze, posizioni, ed argomentazioni trite e ritrite.
Il direttore procede infatti nella ricerca di un'improbabile proporzione. Proporzione in senso matematico, s'intende. Rapporta la deregulation dei mercati finanziari con la proposta di Bersani, quella di cancellare Ordini professionali e Corporazioni. “Ma se il mercato della Finanza stupisce e spaventa [...], occorre ricordare che esiste un mondo come quello delle professioni che è governato da regole a tutela dei cittadini e da un'etica superiore [...]” - Come a dire, vedete cosa è successo nei mercati finanziari che ci stanno rendendo tutti poveri? Bene, sappiate che tutto ciò è accaduto perchè lì, nei mercati finanziari che sono così lontani, virtuali, fatti di incomprensibili numeri, tassi, percentuali, urla e mani alzate a contrattare, non c'è etica. Non ci sono regole. Cari cittadini, badate bene quando i vari Bersani tramano contro le Professioni, gli Ordini, i Comuni e le Signorie. Badate che sono quelli i baluardi della vostra sicurezza. Lì c'è dell'etica e della professionalità, ci sono intelligenze i cui servigi sono vicini a voi più di quanto non lo siano i mercati finanziari. E quindi attenti! perchè privarci degli Ordini vorrebbe dire caos e crisi ben più gravi.
Vorrebbe dire togliere argini a quei fiumi che scorrono più vicini a voi. A La Pietra sta a cuore l'edificio piccolo borghese che ha retto e rotto tutto il novecento.
Il tono ed il lessico di La Pietra è da vecchio leguleio. E' l'azzeccagarbugli Manzoniano. Che con il suo latinorum cerca di sommare pere e mele. E infatti prosegue “[...] In tempi recenti qualcuno ha cominciato a dire che tutto questo -si riferisce agli ordini professionali- appartiene al passato. Che queste tutele, pensate prima di tutto per i cittadini, sono in realtà un privilegio. Che questo sistema è un costo, limita la concorrenza”. La Pietra cerca di rendersi amico il cittadino, oggi con i risparmi sotto il cuscino, accennando lo spauracchio di più amare sventure. Cerca di assicurarsi un'opinione pubblica amica per quando altri Bersani attenteranno alle professioni.
Non esiste alcuna connessione tra le regole nella finanza, l'etica dei manager che manipolano i loro bilanci per nascondere debiti insolvibili con l'etica delle professioni. Non esiste, soprattutto, nessuna connessione tra gli effetti che le due condotte immorali possono condurre, benchè entrambe dannose per la collettività. Il paradosso è semmai notare come oltre agli effetti della finanza globale che, pur essendo così lontana dalla vita quotidiana di molti cittadini, finisce col coinvolgere tutti mostrandoci inermi e indifesi nei confronti di un capitalismo scorretto, dobbiamo anche sopportare un sistema di allocazione delle risorse economiche che si fonda ancora su Ordini e Corporazioni. Come dire le due aberrazioni di un'impostazione liberale dell'economia e della politica.


24 luglio 2007

LibMagazine n°2



E' durissima...
Ma eccole le penne di LibMagazine!

Qui la mia

sfoglia     settembre        novembre
 
 


 >> >>  in evidenza  << <<
  
  "Eurobond, Eurobond!"
  




  
I pionieri dell'Imprenditoria
 


  
                Statistiche

 Site Meter  



 















CERCA

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog