< < aronne | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

  
 

    
ARONNE: "quando ti pisci addosso rimani al caldo solo per un po' "
  



25 maggio 2009

Ancora rido

Sono reduce da uno di quei momenti che vedono chiamata a raccolta tutta la famiglia. Non è certamente la mia. Che quella...Ma quella acquisita. Ebbene, durante il pasto si parla di Piazza Torre Argentina, del perchè abbia questo nome. Pare che non abbia nulla a che fare con l'Argentina, ma con qualche Argentariorum o che so io. Ad ogni modo, visto le diverse estrazioni sociali, culturali e i diversi redditi in gioco, cerco di stuzzicare i commensali: “Piazza Argentina è la Piazza di Pannella. Punto”. Un diacono, presente tra i tanti quasi sputa la carne cruda! Si scatena il putiferio. I Berlusconiani statisticamente in maggioranza non si dichiarano, ed ascoltano le arringhe sinistroide che coprono tutto lo spettro dell'invisibile, dal comunista tranchant al riformatore slow. Il risultato però è inapsettato e bipartisan:“A proposito di radicali, quello che non si può ascoltare è Capezzone...”


19 gennaio 2009

Mercato

Manchester City: Mansour bin Zayed Al Nahyan offre 100 milioni per Capezzone


12 settembre 2008

ALEATALY



La CAI, la società di finti imprenditori, fa sapere che la situazione è troppo rischiosa.
Hanno fatto i conti senza l'hostess. 


12 marzo 2008

Liste

Capezzone non trova posto nella lista del PDL. Stendiamoci un Velino sopra...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Capezzone liste PDL Berlusconi Velino

permalink | inviato da aronne il 12/3/2008 alle 10:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 ottobre 2007

Dopo i passi falsi, Berlusconi di nuovo sul mercato


Capezzone fa Kaka'....


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi Capezzone Milan Cdl

permalink | inviato da aronne il 27/10/2007 alle 8:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


27 ottobre 2007

La tricomia e la Politica

 Di politica mi occupo poco, marginalmente. La Politica mi ha interessato e mi interessa. Machiavelli, Locke. La filosofia della Politica, i ragionamenti sulla Politica, sull'amministrazione della cosa pubblica. Bagaglio di idee, di concetti, di esperienza. La Politica che non accetta di farsi politica perchè non ne ha bisogno. Elabora teorie, racconta dei principi, dei meccanismi che a priori spiegano i movimenti , le dinamiche della politica. Idee "sanza tempo".
Oggi il Bagaglio ha lasciato il posto al "bagaglino". Tanti piccoli facchini di carte e pacchi che, assieme, fanno disordine. Fluttuazioni caotiche che raggiungono un unico risultato. Il niente. Punto.
All'interno di questo convincimento pessimistico, ho visto, o almeno mi è parso di vedere una luce. Un riflesso arancione, riverbero nel prisma dell'attualità della politica italiana. L'arancione di Decidere.net. Per me un qualcosa fatto di contenuti, laboratorio di idee e progetti. La sua sintesi nei 13 punti.
L'arancione non è un colore primario. Come lo sono il blu e il rosso. L'arancione è derivato, trasversale nella tricomia, equidistante cromaticamente. Si sostanzia ocularmente, ed oculatamente attraverso proposte di una strategia liberale. L'ultimo e l'unico ultimo cantiere.
Il filo del discorso si srotola lungo un percorso fatto di toni e mezzi toni di grigio. Ché l'inchiostro è nero e l'assorbe la carta del foglio che è bianca. Mi chiedo:"Come ha fatto l'arancione a riconbinarsi per dare l'azzurro?"
Mi guardo attorno attonito. La tricomia è questione che i pittori conoscevano e conoscono bene. Ancora prima di di mescolare le tempere sulla tavolozza. Eppure la Brambilla è rossa ma la vedi azzurra. E l'azzurro è anch'esso derivato. Non è blu, lo è sbiadendolo, annacquandolo. Altra domanda:"Si tratta di daltonismo della politica o di una politica che ti vuole daltonico?"
Una politica già miope anche daltonica!
Ma allora non basta la legge elettorale, qui ci vuole una "lente elettorale". Pensate che i rossi e la margherita, che è gialla, se mescolati, danno il PD, darebbero proprio l'arancione che è quello di Decidere. Che è anche il colore del riformismo, del Cannocchiale, la piattaforma che mi ospita.
Ed invece l'arancione di Decidere lo guardi, ma l'istantanea che scatti ha un suo negativo che è azzurro. Neanche blu, azzurro! Come è stato possibile?

Ma il disordine visivo non finisce qui. Prendete gli azzurri e combinateli con i gialli della margherita, e non suona così strano. Ne vengono fuori i Verdi. Che casino!

Insomma la tavolozza dei colori spiega il trasformismo dela politica, o meglio lo rappresenta con la stessa tragica semplicità ed ingenuità di un bambino che pasticcia con i colori. Al computer su "paint". Ma sta alla base del come troppo spesso i soggetti si assicurano un posto sulla tela della politica, sul quadro parlamentare.
Badate che il problema è che i pittori che firmano le tele di questo quadro usano da tempo solo colori ad acqua....

M.F


18 settembre 2007

LibMagazine

LibMagazine fa cultura. Fa circolare idee. Accende dibattiti. Solletica qualche polemica. Gli articoli aumentano. I collaboratori anche. Una vignetta a fondo pagina, l'intervista con un big. Insomma LibMagazine c'è!
In questo numero per i miei numerosi lettori due pezzulli:
la solita rubrichetta ed
una recensione cinematografica.

M.F


11 settembre 2007

LibMagazine

Ecco il primo numero di LibMagazine dopo le vacanze estive. LibMagazine nella pausa estiva è molto cresciuta. Ha una nuova veste, nuovi collaboratori, un vignettista. Insomma è sempre più bella. In questo numero si parla di tasse, di cinema, di gallerie d'arte, di V-day e a lato a destra non più a sinistra anche la mia solita rubrichetta. Andate a leggere!

M.F


4 settembre 2007

Week-end a ROMA

Questo week-end ho fatto tante cose. Ho visto FN, di persona, senza filtri tecnologici di mezzo. Ci siamo fatti un bel po' di risate. Lui ed io, MF ed FN hanno fatto un giro nei "palazzi".

Riunioni, fusioni, acquisizioni, decisioni. Una tre giorni fitta fitta di impegni. Ho avuto modo di vedere come funziona la macchina organizzativa del network DECIDERE.NET di Daniele Capezzone. L'ho anche conosciuto personalmente. Ebbene non starò qui a dirvi dei cantieri e dei 13 punti. Dirò solo che Daniele Capezzone:

1) versa buona parte del suo stipendio di Parlamentare al Partito dei Radicali.
2) ha preso in affitto, andando fisicamente di persona, un ufficio nei pressi di Piazza Barberini a Roma. Lo paga a sue spese, e vi ha insediato il quartier generale di DECIDERE.NET.
3) ha una squadra di giovani che si adopera perchè il suo back office sia puntuale e professionale.

Mentre i politici che acquistano "a poco" palazzoni Romani fanno notizia, non fa notizia che qualcuno, un Daniele Capezzone ad esempio, faccia quello che fa senza sprechi e con molta trasparenza.

M.F


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. DECIDERE.NET Capezzone Fronterre' Nardi

permalink | inviato da aronne il 4/9/2007 alle 12:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


4 luglio 2007

"Decidere" se giocare



Capezzone, col sistema Italia, prova a buttare giù un 13...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Capezzone network Decidere 13 punti

permalink | inviato da aronne il 4/7/2007 alle 1:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
 


 >> >>  in evidenza  << <<
  
  "Eurobond, Eurobond!"
  




  
I pionieri dell'Imprenditoria
 


  
                Statistiche

 Site Meter  



 















CERCA

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog