< < aronne | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

  
 

    
ARONNE: "quando ti pisci addosso rimani al caldo solo per un po' "
  



16 febbraio 2011

Come Sanremo

Ad un certo punto ieri sera, nel corso della prima serata della kermesse sanremese, le ex-Iene Luca e Paolo, una volta Cavalli Marci, si rivolgono a Gianni Morandi e gli enunciano una serie di motivi per cui è stato scelto come presentatore del Festival di Sanremo. Ne viene fuori una serie di ironiche analogie con il premier Silvio Berlusconi. Morandi ha più di 70 anni. Ha un aspetto molto giovanile. Ha ancora i tutti i capelli, forti e robusti. E’ presidente di una squadra di calcio.
In un altro momento, Gianni Morandi rivolgendosi alle due show girls, Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, dice che non è stato lui a volerle ma che gli sono state imposte. La Canalis allora, non si capisce quanto seguendo o meno il canovaccio del siparietto, sbotta dicendo che visti i tempi non è il caso di dire in quel modo. Morandi allora completa la frase precedente dicendo che gli sono state imposte dal pubblico, dal grande pubblico che le ama.
Ecco che la legittimazione popolare torna sovrana. Volete u’ pilu, eccovi u’ pilu. Volete Barabba libero e Cristo in croce. Eccovi Cristo in croce.
Insomma il Giornale tuona contro Sanremo che “vira a sinistra”, bacchettando il “Ti sputtanerò” di Luca e Paolo. E ammonisce preventivamente Benigni che sicuramente, avverte il Giornale, giovedì sera non saprà certo frenare la lingua attenendosi al momento istituzionalcanoro, evitando, come invece dovrebbe, riferimenti ed allusioni a Berlusconi ed al bunga bunga.

Ma Giornale e governo hanno da star tranquilli. Mentre il Mediterraneo è una polveriera tra profughi in acqua e città in fiamme, in Italia, il popolo, o almeno il 45% di share di esso, guarda un noiosissimo programma televisivo dove della gente vecchia canticchia dentro uno sfarzo surreale strapagato dalla pubblicità. Dove Morandi, eterno bambino, legittima l’eterna vecchiaia di un paese in declino che si fa le seghe toccando sul televisore, fantozzianamente, le tette e i culi della Canalis e della Rodriguez.

Prego Maestro: “Nearer, my God, to thee”

il pubblicabile, qui.
 -------------------------------------------------------------
vg


  
  


12 aprile 2010

Un consiglio alla Palomar

Stanno per iniziare le riprese di altri 4 episodi di Montalbano. Beato a quel cornuto di Zingaretti ca sinni va a me casa. Detto questo, leggo allibito della possibilità che tra le cosidette guest star (tradotto: come ti futtu) ci sia quella buttanissima di Belen. Megghiu a figghia i Masinu!

Mezza parola!




2 marzo 2009

Logistica familiare

Quando hai un parente a casa, e lo devi ospitare per un certo tempo, coviene fargli il mazzo... Bizzaria delle parole. Con un mazzo di chiavi è autonomo e si vive meglio.  

sfoglia     gennaio        marzo
 
 


 >> >>  in evidenza  << <<
  
  "Eurobond, Eurobond!"
  




  
I pionieri dell'Imprenditoria
 


  
                Statistiche

 Site Meter  



 















CERCA

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog