Blog: http://aronne.ilcannocchiale.it

Parole e Personaggi: La Scala



Mi stavo facendo carusiare dal mio barbiere, che ho soprannominato Beethoven, perché gli piace tanto la lirica. Alla radio, su cui armeggia in maniera stravagante e un po’ maldestra, stavano dando il Don Giovanni di Mozart, la prima in diretta da La Scala. Allo specchio vedevo Beethoven quasi in lacrime sulle arie dell’opera. Il mio timore era che l’immagine della mia basetta destra in quella goccia di commozione potesse preludere a gocce di dolore, ma ero contento.
Già, ché è sempre bello scoprire l’enorme sensibilità rispetto all’arte di persone che nella società svolgono attività umili. Per fortuna la radio, della prima del Don Giovanni a La Scala, ci ha regalato solo la partitura degli spartiti. Le immagini ci avrebbero mostrato invece i tanti, troppi che spartiscono.


  


Pubblicato il 9/12/2011 alle 23.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web